ANTIPASTO DI CAPPESANTE

Ho preparato questo antipasto per un’occasione assolutamente speciale, il nostro anniversario. Ogni tanto una coccola gourmet ce la meritiamo tutti, specialmente nelle occasioni importanti.

Mille volte ho visto la preparazione dell’antipasto di cappesante in TV. Tra Hell’s Kitchen, Masterchef e 1000 video di Gordon Ramsay penso che potrei anche sognarmi come si cucinano.

Però ve lo assicuro, quando ho acceso il fuoco per mettere le cappesante in padella ho iniziato a sentire le voci, si, proprio quella di Gordon che mi diceva “is Fu**g Raw…is Fu**g Raw…is Fu**g Overcooked!”. Vogliamo parlare di tutte le volte che le ha lanciate queste povere cappesante in giro per la cucina di Hell’s Kitchen?

Comunque, ritornando a noi, in questi anni avete imparato a conoscermi e sapere che mi piacciono le sfide, mettermi alla prova e superare i miei limiti. Ebbene, questa è stata una di quelle volte.

Come vedete nella foto partiamo dal fatto che le mie cappesante non erano tutte di dimensioni uguali, e sicuramente non grandi come quelle che si vedono in TV, e anche surgelate, ok, sono un disastro! Comunque, se riuscite a comprare le cappesante fresche è molto meglio.

Ho letto veramente tante ricette per questo tipo di piatto e tutte avevano un comune denominatore, l’acidità per esaltare le cappesante, acidità data da mele, limoni ecc. Quindi, dato che mi era avanzato mezzo avocado avendo preparato Avocado Toast ho deciso di unire del succo di lime per dare quella nota acida che ci sta veramente bene. Per finire 2 variazioni di maionese, una più marina, con il corallo avanzato delle cappesante e una, più fresca, con le foglie tritate della mia santoreggia del balcone.

ANTIPASTO DI CAPPESANTE CON 2 VARIAZIONI DI MAIONESE E CREMA DI AVOCADO

Preparazione 15 minuti
Cottura 25 minuti
Tempo totale 40 minuti
Porzioni 4 Persone

INGREDIENTI

  • mezzo avocado
  • il succo di 1/2 lime
  • 1/4 di cucchiaino di sale
  • un pizzico di pepe
  • 4 cucchiai di maionese
  • 10 cappesante
  • il corallo di 2 cappesante
  • 2 cucchiaini di olio di oliva
  • 2 rametti di santoreggia
  • Fiori edibili per guarnire (opzionale)

PREPARAZIONE

  1. Scaldate il forno a 100 gradi e cuocete per 20 minuti il corallo
  2. In un mixer frullate l’avocado, con il succo di lime e un pizzico di sale
  3. Aiutandovi con 2 cucchiaini realizzate le quenelle di crema di avocado adagiandone 2 su ogni piatto
  4. Tritate finemente le foglie di santoreggia e incorporatele in 2 cucchiai di maionese
  5. In un mixer frullate il corallo con 1 cucchiaino di olio in modo che diventi una pasta omogenea e unitelo, mescolando bene, alla maionese restante
  6. Aiutandovi con una siringa realizzate le “goccine” delle due maionesi nei piatti
  7. Scaldate a fuoco alto 1 cucchiaino di olio in una padella
  8. Tagliate a metà le cappesante nel senso dello spessore (così avrete 20 fette)
  9. Conditele con sale e pepe da entrambi i lati e mettetele immediatamente in padella
  10. Cuocetele 2 minuti per poi girarle, lasciarle 15 secondi sull’altro lato e spegnere il fuoco
  11. Preparate della carta assorbente su un piatto dove andrete a disporre le vostre cappesante cotte in modo che l’eventuale olio in eccesso venga assorbito
  12. Adagiatene 5 per ogni piatto e servite immediatamente
5 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments